Perchè Licola si chiama così?

Licola, località oggi residenziale a nord di Pozzuoli, deve il suo nome ad un lago scomparso a causa della bonifica delle paludi del primo Novecento. Il lago di Follicola era così chiamato proprio perchè abbondava di una particolare specie di volatili, molto apprezzata dai Borbone per le loro battute di caccia reali

- Questo sponsor ci aiuta a crescere -

Strabone, Cicerone e Virgilio ci indicano l’esistenza di una località ad est di Liternum, e che si estendeva per tutta la costa fino a Cuma e probabilmente fino al lago Fusaro, che prendeva il nome di Silva Gallinaria, riferendosi con ogni probabilità alla Gallinella d’acqua, Gallinula chloropus, della famiglia Rallidi, che nidificava abbondante negli acquitrini a nord di Cuma.

Alcuni dicono che quella città fu denominata Cuma dai fiotti6 che rompono alla vicina spiaggia tutta aspra di scogli, e lungo la quale v’ha luoghi di abbondevolissima pescagione. In questo golfo avvi anche una selva tutta d’arbusti, che si stende per uno spazio di molti stadii, senz’acqua e sabbiosa, denominata Selva Gallinaria. Quivi i comandanti delle navi di Sesto Pompeo ragunarono insieme i pirati quand’egli mosse a ribellione la Sicilia.Geografia (Strabone) - Volume 3/Libro V/Capitolo IX

Il lago di Follicola

A poca distanza da Cuma, a nord, esisteva difatti un lago oggi scomparso, il lago di Follicola, poi contratto in lago di Licola. L’origine del nome non lascia alcun dubbio: di derivazione latina dalla radice di Fulica , diviene Follicola (nome meridionale per la comune Folaga, che popolava in quantità queste zone) e poi solo Licola, per semplificazione.

Il lago venne quasi completamente cancellato con le opere di bonifica per la realizzazione dell’Opera Nazionale Combattenti (ente assitenziale fondato durante la prima guerra mondiale, che si occupò peraltro della bonifica dell’agro pontino)

Carlo di Borbone a caccia di folaghe sul lago di Licola (Claude Joseph Vernet, 1746)

Gallinella e Folaga

- Questo sponsor ci aiuta a crescere -

Questi due volatili, di piumaggio nero e molto simili, si differenziano principalmente per lo scudo nasale, che nella Gallinella (Gallinula chloropus) è rosso e nella Folaga (Fulica Atra) è bianco. Entrambi prediligono habitat umidi, come i laghi Flegrei. Oggi si possono ancora osservare principalmente tra l’Averno, il Lucrino e il Fusaro. Note erano le battute di caccia reali alla presso il lago Fusaro e quello scomparso di Licola, proprio a caccia delle Folaghe.

La Gallinella d’Acqua

Per approfondire

- Questo sponsor ci aiuta a crescere -

Ultime

EVENTI / La Montagna Spaccata, presentazione del libro di Mauro Di Vasta

Sabato 12 Novembre 2022 ore 10.00 presso Palazzo Migliaresi, Rione Terra (Pozzuoli) si terrà la presentazione del libro "La Montagna Spaccata, viaggio nei Campi Flegrei sulla via Consolare Puteolis Capuam" dell'architetto Mauro di Vasta

Perchè Pozzuoli si chiama così?

Pozzuoli fu fondata nel 194 a.C. dai romani, con il nome di Puteoli, e deve questo appellativo ai particolari fenomeni geologici caratteristici della terra vulcanica dei Campi Flegrei

ArcheoCamp 2022 – VI Edizione

dal 26 ottobre al 1 novembre si terrà nei Campi Flegrei la VI edizione dell'ArcheoCamp, rassegna di Archeologia Subacquea, ideata dal Centro Sub Campi Flegrei. Tantissime sono le iniziative previste, tra cui convegno, tavola rotonda, laboratori di archeologia subacquea per le scuole, corsi di archeologia subacquea, visite in immersionee snorkeling al nuovo mosaico dei pesci dove sono stati terminati da poco i lavori di restauro, e tanto altro ancora.

Il Castello di Baia, da Villa Romana a Museo dei Campi Flegrei

La Villa Romana di Giulio Cesare Una villa gigantesca che...

Newsletter

I più letti

Cuma, la prima città greca in Italia

Cuma è la prima colonia di fondazione greca in Italia,...

La Piscina Mirabilis

A Bacoli si fermava, dopo ben 96 km, il...

Cosa vedere a Bacoli

Oggi, dell'antica Bauli romana resta ben poco a testimoniare...

Le Terme di Baia, la piccola Roma

Le Terme di Baia sono un vasto complesso archeologico...

Il Tempio di Serapide di Pozzuoli

Simbolo inequivocabile della città di Pozzuoli sono le tre...

EVENTI / La Montagna Spaccata, presentazione del libro di Mauro Di Vasta

Sabato 12 Novembre 2022 ore 10.00 presso Palazzo Migliaresi, Rione Terra (Pozzuoli) si terrà la presentazione del libro "La Montagna Spaccata, viaggio nei Campi Flegrei sulla via Consolare Puteolis Capuam" dell'architetto Mauro di Vasta

Perchè Pozzuoli si chiama così?

Pozzuoli fu fondata nel 194 a.C. dai romani, con il nome di Puteoli, e deve questo appellativo ai particolari fenomeni geologici caratteristici della terra vulcanica dei Campi Flegrei

ArcheoCamp 2022 – VI Edizione

dal 26 ottobre al 1 novembre si terrà nei Campi Flegrei la VI edizione dell'ArcheoCamp, rassegna di Archeologia Subacquea, ideata dal Centro Sub Campi Flegrei. Tantissime sono le iniziative previste, tra cui convegno, tavola rotonda, laboratori di archeologia subacquea per le scuole, corsi di archeologia subacquea, visite in immersionee snorkeling al nuovo mosaico dei pesci dove sono stati terminati da poco i lavori di restauro, e tanto altro ancora.