Cleopatra passò per Pozzuoli

- Questo sponsor ci aiuta a crescere -

La regina d’Egitto Cleopatra, nel 46 a.C. si recò a Roma per raggiungere Cesare, il suo amante da cui aveva appena avuto un figlio, Tolomeo Cesare detto Cesarione.

La dimora romana

Durante il soggiorno romano, la residenza di Cleopatra fu fissata agli Horti di Cesare, nella zona di Trastevere. La villa fu trasformata in una sorta di corte e di centro culturale: qui, infatti, si parlava il greco alessandrino. In questa casa la regina visse con suo figlio Cesarione e Cesare, benchè quest’ultimo fosse sposato con Calpurnia Pisone.

La fine di un sogno

Quando Cesare fu assassinato nel 44 a.C., suo figlio Cesarione fu escluso dal testamento del padre e, dunque, a Cleopatra non restò altro da fare che tornare ad Alessandria anche perchè, per ovvie ragioni, Roma stava diventando un luogo ostile per lei.

A Puteoli…di passaggio

- Questo sponsor ci aiuta a crescere -

Secondo alcuni autori come Alberto Angela e Antonio Spinosa, Cleopatra fece uno scalo tecnico nel porto di Pozzuoli sia per il viaggio di andata verso Roma che per il ritorno verso l’Egitto.

Ricordiamo che soltanto nel 42 d.C., per porre rimedio all’insabbiamento dello scalo fluviale di Ostia, l’imperatore Claudio iniziò la costruzione di un grande porto marittimo, collocato a nord della foce del Tevere. Dunque, all’epoca dei fatti di cui parliamo, il porto di Puteoli era il più vicino a Roma e il più adatto per l’approdo e la partenza di una nave egiziana molto verosimilmente di grandi dimensioni.

Liberamente tratto da: https://mediterraneoantico.it/…/egitto-vi…/cleopatra-a-roma/ (Con aggiunte redazionali)

- Questo sponsor ci aiuta a crescere -

Ultime

I vitigni autoctoni dei Campi Flegrei

Non solo Falanghina, Piedirosso e Aglianico. Il "Bollettino Ampelografico"...

La Madonna “Schiavottella” di Pozzuoli

A Pozzuoli una caratteristica statua lignea raffigurante la Madonna con un volto piuttosto colorito, che fu chiamata "Schiavottella", era particolarmente venerata dalle partorienti. Devoti d'eccezione furono proprio il Re Ferdinando II di Borbone e consorte

Dove andare al mare a Bacoli vicino Napoli

La variegata costa del Comune di Bacoli bacia il mare per circa 12 km offrendo litorali di ogni tipologia e fondali quasi sempre bassi e sabbiosi, con acque pulite e con sfumature di smeraldo. L'accesso al mare non è sempre facile e le spiagge sono perlopiù piccole calette ma dal grande fascino, ad eccezione del Lido di Miseno e Miliscola che si estende per 2 km.

Dove andare al mare a Pozzuoli vicino Napoli

Il Comune di Pozzuoli è bagnato da acque limpide e azzurre per circa 10 km di costa, tuttavia non tutte le sue coste sono balneabili, anche a causa della presenza di porti commerciali e turistici. Di seguito si riportano le principali località balneari.

Newsletter

I più letti

Cuma, la prima città greca in Italia

Cuma è la prima colonia di fondazione greca in Italia,...

La Piscina Mirabilis

A Bacoli si fermava, dopo ben 96 km, il...

Cosa vedere a Bacoli

Oggi, dell'antica Bauli romana resta ben poco a testimoniare...

Le Terme di Baia, la piccola Roma

Le Terme di Baia sono un vasto complesso archeologico...

Il Tempio di Serapide di Pozzuoli

Simbolo inequivocabile della città di Pozzuoli sono le tre...
Vincenzo Casillo
Vincenzo Casillo
Vincenzo Casillo nasce a Pozzuoli il 01/04/1970. Laureato in giurisprudenza e baccelliere in teologia, attualmente insegna presso un liceo parificato. Porta avanti alcune ricerche del compianto A. D’Ambrosio sulle origini del cristianesimo nella zona flegrea.

I vitigni autoctoni dei Campi Flegrei

Non solo Falanghina, Piedirosso e Aglianico. Il "Bollettino Ampelografico" del 1883 ci riporta una serie di analisi sui più comuni vitigni autoctoni dei Campi...

La Madonna “Schiavottella” di Pozzuoli

A Pozzuoli una caratteristica statua lignea raffigurante la Madonna con un volto piuttosto colorito, che fu chiamata "Schiavottella", era particolarmente venerata dalle partorienti. Devoti d'eccezione furono proprio il Re Ferdinando II di Borbone e consorte

Dove andare al mare a Bacoli vicino Napoli

La variegata costa del Comune di Bacoli bacia il mare per circa 12 km offrendo litorali di ogni tipologia e fondali quasi sempre bassi e sabbiosi, con acque pulite e con sfumature di smeraldo. L'accesso al mare non è sempre facile e le spiagge sono perlopiù piccole calette ma dal grande fascino, ad eccezione del Lido di Miseno e Miliscola che si estende per 2 km.