I puteolani al Senato

- Questo sponsor ci aiuta a crescere -

Narra lo storico latino Tacito nei suoi Annali (XIII, 48) che nell’anno 58 d.C., durante il regno di Nerone, due legazioni giungono da Puteoli a Roma e ricevono udienza da parte del Senato. La prima è inviata dalla plebe, mentre la seconda è inviata dai decurioni che amministrano la città. Il popolo puteolano accusa i decurioni e i notabili di avidità e ruberie, i magistrati accusano la plebe di violenza. Viene dato incarico a L. Cassio di sedare la rivolta che era già giunta al lancio di pietre e alle minacce di incendio. Cassio ha il compito di evitare che la plebe prenda le armi e dilaghino gli omicidi. Tuttavia, i fieri puteolani si dimostrano insofferenti alla autorità di Cassio che è costretto ad abbandonare la città flegrea. Gli subentrano i fratelli Scriboniani, accompagnati da una coorte pretoria. Per il terrore dei soldati e per l’esecuzione di pochi la concordia torna a Puteoli.

- Questo sponsor ci aiuta a crescere -

Ultime

Il Castello di Baia, da Villa Romana a Museo dei Campi Flegrei

La Villa Romana di Giulio Cesare Una villa gigantesca che...

NEWS / Inaugurazione galleria SPAZIO MARTE a Pozzuoli

POZZUOLI / Sabato 1 Ottobre 2022 alle ore 18.30...

Fascismo e urbanistica nei Campi Flegrei

Durante il Ventennio fascista non mancarono le opere pubbliche...

EAV CUMANA / Chiude Stazione di Cantieri e annuncio lavori di ammodernamento

L'Ente Autonomo Volturno rende noto che il 3 ottobre p.v....

Newsletter

I più letti

Cuma, la prima città greca in Italia

Cuma è la prima colonia di fondazione greca in Italia,...

La Piscina Mirabilis

A Bacoli si fermava, dopo ben 96 km, il...

Cosa vedere a Bacoli

Oggi, dell'antica Bauli romana resta ben poco a testimoniare...

Le Terme di Baia, la piccola Roma

Le Terme di Baia sono un vasto complesso archeologico...

Il Tempio di Serapide di Pozzuoli

Simbolo inequivocabile della città di Pozzuoli sono le tre...
Vincenzo Casillo
Vincenzo Casillo
Vincenzo Casillo nasce a Pozzuoli il 01/04/1970. Laureato in giurisprudenza e baccelliere in teologia, attualmente insegna presso un liceo parificato. Porta avanti alcune ricerche del compianto A. D’Ambrosio sulle origini del cristianesimo nella zona flegrea.