Archeologia

I Campi Flegrei sono la culla della civiltà greca in occidente, nonchè della romanità al di fuori del Lazio. Le testimonianze, i rinvenimenti e le vestigia del passato sono degli elementi davvero unici nel panorama storico documentaristico di tutta la civilità moderna dell’Occidente. In questa categoria sono raccolti tutti gli articoli relativi ai temi archeologici.

La gens Annia era una potente e ricca famiglia puteolana di liberti attestata tra il I sec. a.C. ed il II sec. d.C. Annius Plocamus Annius Plocamus era un esattore delle tasse romane del Mediterraneo, che facilitò il commercio diretto e i...
L'oracolo dei morti di Baia è una speculazione archeologica, proposta nel 1962 dal dr. Robert Paget e che non hai mai avuto appoggio dalla comunità scientifica. Dal 2013 al 2014 un team di speleologi italiani hanno effettuato esplorazioni approfondite che hanno gettato finalmente luce su questo mistero. Tuttavia sono numerosi...
Non tutti i visitatori del Museo Archeologico dei Campi Flegrei sanno che all'interno del Castello Aragonese di Baia è presente anche una piccola sala, dedicata ai reperti di Liternum. Purtroppo però tale sala è attualmente chiusa al pubblico, così come le sale dedicate a Misenum ed al Ninfeo di...
Non tutti sono a conoscenza dell'anfiteatro repubblicano di Puteoli, più piccolo e antico dell'anfiteatro Neroniano Flavio, sempre a Pozzuoli. A differenza di gran parte delle altre città romane, il precedente anfiteatro non è stato distrutto e ricostrutito o semplicemente ampliato per aumentarne la capienza. A Puteoli il nuovo anfiteatro fu edificato in...
La Puteoli romana era suddivisa in regiones (regioni amministrative) analogamente alla città di Roma. Alcuni nomi erano addirittura identici. Le regiones attualmente note a Puteoli sono sette: la regio Arae Lucullanae, la regio Decatriae, la regio Hortensiana, la regio Palatina, la regio Portae Triumphalis, la regio vici Vestoriani et Calipurniani e la...
I Campi Flegrei sono stati e sono tutt'ora uno dei luoghi più importanti del mondo: lo dice la storia.  Sono terra di fenomeni geologici attivi, anche unici al mondo, e di notevole interesse scientifico Abitati sin dalla preistoria sebbene fossero presenti sconvolgimenti...
Simbolo inequivocabile della città di Pozzuoli sono le tre colonne in marmo cipollino che imperiture si stagliano solitarie nel cielo. Nel 1750 furono proprio tali colonne che segnalarono la sua esistenza: "Sorgevano dal terreno di una vigna in vicinanza del mare di Pozzuoli tre colonne di cipollino, le quali davano al...
La Tavola o Tabula Peutingeriana è una copia del XII-XIII secolo di un'antica carta romana che mostrava le vie dell'Impero (cursus publicus). E' attualmente conservata a Vienna presso la Biblioteca Nazionale Austriaca.  Il ritrovamento La Tabula venne ritrovata 1507. Konrad Celtes, bibliotecario dell'imperatore Massimiliano I, disse di aver trovato un documento...
L'anfiteatro Flavio Neroniano è il terzo anfiteatro più grande mai costruito dai romani e si trova a Pozzuoli (Puteoli) in provincia di Napoli. Gli enormi costi per la sua edificazione furono interamente sostenuti dall'erario cittadino, come attesta ciò che resta di quattro lastrone marmoree con inciso " Colonia Flavia...
Opera ricorrente delle raffigurazioni sacre è il martirio del vescovo Gennaro presso la Solfatara di Pozzuoli avvenuto nel 305 d.C ed oggi festeggiato il 19 Settembre. Poco noto è però l'affresco sito nell'antica chiesa di San Vitale a Roma presso il Rione Monti, realizzato nei primi anni del seicento...